” Oltre il Bosco “, il vino silenzioso di Francesco Brigatti

” Oltre il Bosco “, il vino silenzioso di Francesco Brigatti

fabio bruno Una bottiglia che dovrebbe stare sotto i riflettori delle più importanti testate giornalistiche dedicate al vino. Solitamente non racconto i vini con molti descrittori e ancor meno lo farò in questa recensione, semplicemente perché me lo sono goduto a tavola insieme ai miei amici con spensieratezza e "oltre il bosco" ha fatto parte della compagnia.  L'ho stappato con la consapevolezza di essere di fronte a un gran vino (mentre i miei invitati n'erano ignari) in quanto ne avevo assaggiato un bicchiere qualche anno fa con Francesco (vignaiolo FIVI) e la degustazione…continue reading →
El Merlu in Troncea

El Merlu in Troncea

fabio bruno Il parco naturale della Val Troncea negli ultimi anni è la meta prediletta di tutta la mia famiglia. D’inverno la solchiamo fino allo sfinimento con gli sci ai piedi; la passione per lo sci nordico ormai ci ha travolto (soprattutto ha travolto il mio ginocchio, ma non importa, fortifica!).  Essere in mezzo alle montagne e sentire soltanto i rumori del vento o di piccole tormente, la corrente del torrente Chisone e il proprio affannato fiato cadenzato dal suono ritmato degli sci sulla neve mi fanno dimenticare per alcune ore l'inquinamento acustico…continue reading →
Quando te lo aspetti. Settevigne Tintilia Claudio Cipressi

Quando te lo aspetti. Settevigne Tintilia Claudio Cipressi

Autore : fabio bruno Per chi ha frequentato per anni il mercato dei vini FIVI (Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti) sa che il Settevigne gode di una buona reputazione, tant'è vero che quando chiedevo a qualche produttore di indicarmi un vino particolare o un insolito vitigno, mi veniva suggerito frequentemente il vino molisano in questione. A tal proposito, mi manca molto l’aria che si respirava al mercato di Piacenza. Far conoscenza di tante aziende e disquisire con i titolari era un piacere; nei tanti discorsi con i produttori saltava sempre fuori una frase “prova il…continue reading →
Non cerco etichette ma vini per accompagnare i pasti

Non cerco etichette ma vini per accompagnare i pasti

Autore : fabio bruno Chi mi segue sa benissimo come la penso: il vino è nato per accompagnare il pasto. È stato anche uno dei primi messaggi che ho recepito da parte dei relatori dell'AIS Torino, ma evidentemente molti corsisti non hanno dato molta importanza a questa frase che per me è diventata l’imput per scatenare una serie di azioni come il forte desiderio di creare il mio blog personale vinoamoremio. Da quel momento ho anche capito perché bevo più vini bianchi anche se ho una predilezione per i rossi. Infatti, la maggior…continue reading →
La vendita del vino dopo il lockdown. Il punto del presidente di Vinarius Andrea Terraneo

La vendita del vino dopo il lockdown. Il punto del presidente di Vinarius Andrea Terraneo

Autore : fabio bruno Il lockdown è stato per me un buon motivo per ripassare alcune nozioni fondamentali sul vino e la rete internet mi è stata di grande aiuto, molte pagine web, Facebook, Youtube e Instagram hanno offerto dei contenuti molto interessanti. Una buona didattica l’ha fornita, e tuttora continua a pubblicare nuovi episodi, Vinarius - Associazione Enoteche Italiane. L’associazione ha l'impegno di aggiornare costantemente i suoi iscritti sulle tematiche riguardanti il vino, ha creato perciò una piattaforma dove formare gli associati attraverso dei Webinar.  I contenuti sono delle vere e proprie…continue reading →
Istine Cavarchione 2014 un Chianti Classico promettente

Istine Cavarchione 2014 un Chianti Classico promettente

Autore : fabio bruno Nella mia ricerca costante di vini abbordabili alle tasche ma che siano di alta qualità, mi sono imbattuto nel Chianti Istine mentre girovagavo in quella fiera dove le sorprese sono sempre dietro l'angolo, sto parlando del Mercato dei vini dei vignaioli indipendenti (mercato F.I.V.I.), e di questa esposizione di Piacenza ne ho scritto un articolo [link] con molti spunti di riflessione che hanno fatto discutere anche alcuni addetti ai lavori. Si dice che di Chianti "vero" ne esiste ormai poco anche tra i produttori del gallo nero raffigurato sulla…continue reading →
L’anticorpo “Vinitaly”

L’anticorpo “Vinitaly”

Autore : fabio bruno **Al fondo dell'articolo riporto una mia riflessione aggiornata al 22 marzo 2020 Vinitaly è stato il primo evento italiano di grosse proporzioni a prendere una decisione controcorrente rispetto alla tendenza di questi giorni dove la psicosi collettiva provocata dal coronavirus ha causato una serie di disdette in tutta Italia per qualsiasi raggruppamento di persone, persino per una riunione di condominio composto da 4 appartamenti. La manifestazione enologica italiana più importante dell’anno dunque prova a creare i suoi anticorpi contro lo sconvolgimento in atto in una delle regioni più colpita…continue reading →
Azienda Agricola Mirù, L’Alto Piemonte che si fa sentire

Azienda Agricola Mirù, L’Alto Piemonte che si fa sentire

Autore : fabio bruno Guardate il suo sorriso, è il sorriso responsabile di un giovane uomo di 36 anni (30 anni fa alla sua età si veniva giustamente considerati degli uomini, ora giovani, chissà perché) che ha preso le redini dell’azienda di famiglia e riversa su di essa tutta la sua passione per il suo vino e per il suo territorio, Ghemme, Gattinara e più in generale l’Alto Piemonte. Ho visitato la sua impresa, l’Azienda Agricola Mirù, ho avuto modo di fare con lui una chiacchierata molto costruttiva a 360 gradi bevendo i…continue reading →
In Moscateria con l’escamotage del Moscato Secco di Simone Cerruti

In Moscateria con l’escamotage del Moscato Secco di Simone Cerruti

Autore : fabio bruno Ho avuto l'occasione di festeggiare i 30 anni di attività della Moscateria di Castiglione Tinella ed è stato un motivo per ribadire con forza che il Moscato è complessità. Questa parte delle Langhe ha reso celebre in tutto il mondo il proprio panoramico distretto ed il vitigno Moscato Bianco grazie alla denominazione Asti. Da poco c'è stato anche un passo in avanti con la neonata DOCG Canelli, un progetto nato per dare un'ulteriore spinta alla produzione di questo territorio. Con un disciplinare più restrittivo rispetto al Moscato d’Asti, la…continue reading →